Parodontologia

La malattia parodontale rappresenta
la più grave insidia per la salute orale


Parodontologia

La parodontologia cura le patologie del parodonto (gengive, legamento, cemento radicolare e osso alveolare che formano il sostegno del dente). A seconda dei casi si avvale di procedure non chirurgiche, chirurgiche e farmacologiche e richiede in modo tassativo la motivazione e la collaborazione quotidiana del paziente nel mantenere condizioni ideali di igiene orale. La malattia parodontale rappresenta forse la più grave insidia per la salute orale a qualsiasi età e, se non correttamente seguita, può portare rapidamente alla perdita dei denti. Studi statistici hanno dimostrato che il 10% delle persone è molto suscettibile a questa malattia e può contrarla in forma gravissima, un altro 10% risulta completamente resistente al punto da non esserne mai colpito, mentre il restante 80% svilupperà prima o poi la malattia in forme di gravità intermedia.

Pur essendo riconosciuta una certa predisposizione ereditaria alla malattia, la causa principale rimane indubbiamente la placca batterica, cioè l'accumulo di batteri e residui alimentari sulla superficie del dente. L'andamento della malattia parodontale è spesso subdola e il paziente può non avvedersene fino a quando compaiono sintomi evidenti come: sanguinamento delle gengive allo spazzolamento, perdita di gengiva attorno agli elementi dentali, mobilità e sensibilità al caldo e al freddo. In caso di decorso lento, il paziente va incontro a fasi alterne di cronicizzazione e di riacutizzazione, che possono divenire tanto più ravvicinate quanto più avanzato e' lo stato della malattia. Esistono però anche delle forme di malattia parodontale che sono rapidamente progressive, e che possono portare in breve tempo alla perdita di tutti i denti.

Tra le forme a decorso rapido, molto meno comuni di quelle a decorso lento, ricordiamo la Parodontite a rapido decorso del giovane adulto di solito che inizia dopo la pubertà, anche se spesso viene diagnosticata più tardi. In genere, interessa tutti i denti e i pazienti che ne sono affetti, presentano difetti delle cellule immunitarie (monociti e leucociti polimorfonucleati ) con diminuzione delle resistenze alle infezioni batteriche. Se non curata efficacemente per tempo questa malattia può portare alla perdita di tutti i denti.